Turismo Sostenibile

VillaggioCarovana, casa per ferie in Sardegna, promuove il turismo sostenibile: lampade a risparmio energetico, pannelli fotovoltaici, raccolta differenziata e molto altro

Coerentemente con i principi ispiratori del progetto e con la ragione sociale della cooperativa ci proponiamo di operare con rispetto anche nei confronti della madre terra che ci ospita per lasciare ai nostri figli un mondo ancora vivibile e accogliente.

Il modello di turismo che vi proponiamo e che cerchiamo di promuovere è un piccolo contributo al risparmio delle risorse globali disponibili.

La casa per ferie è esposta a sud-est e le pareti di questo lato sono realizzate con ampie finestre per permettere di sfruttare al meglio il calore solare durante l’inverno.

Ci piace riutilizzare gli oggetti che possono ancora svolgere una funzione, la struttura è arredata per la maggior parte con mobili e attrezzature dismesse, in buone condizioni che ci sono state donate.

Utilizziamo lampade a risparmio energetico che all’esterno sono dotate di un dispositivo che consente lo spegnimento automatico alle prime luci dell’alba. Il nostro giardino durante la notte è illuminato da lampade dotate di piccoli pannelli solari che non precludono la possibilità di ammirare il cielo stellato.

Abbiamo scelto di non installare pompe di calore e cerchiamo di difenderci dal calore con le coperture esterne realizzate da noi, con i tendaggi e con le ventole a soffitto.

Ci siamo dotati di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica tramite un mutuo con Banca Etica di cui siamo soci.

Utilizziamo il più possibile detergenti non inquinanti e cerchiamo di ridurre le dosi al minimo indispensabile. Il nostro bucato è lavato con le noci saponine provenienti dal Nepal e dall’India che sono completamente naturali e al termine della loro funzione si gettano nell’umido per divenire compost e ritornare alla terra. La profumazione è data da olii essenziali naturali. L’acqua proveniente dai lavaggi delle noci viene riutilizzata per annaffiare. Anche l’acqua della cucina viene riutilizzata per dare acqua alle piante. I vetri si lavano con l’acqua e aceto e l’acciaio della cucina è lucidato con l’aceto.

Al Villaggio si fa la raccolta differenziata dei rifiuti e l’umido viene raccolto in un apposito contenitore per nutrire gli amici lombrichi che producono dell’ottimo compost.

Per risparmiare l’acqua l’irrigazione del verde viene fatta attraverso un impianto di irrigazione a goccia che viene attivato durante la notte per evitare gli sprechi provocati dall’evaporazione. Le vaschette di scarico del WC sono dotate del sistema “start and stop” che consente di utilizzare la quantità di acqua necessaria e i rubinetti sono dotati di rompigetto areato. Beviamo l’acqua del rubinetto e invitiamo anche i nostri ospiti a farlo.

Al Villaggio è interdetto l’utilizzo di stoviglie di plastica e le altre stoviglie vengono lavate con lavastoviglie industriale che consente di sterilizzarle risparmiando una notevole quantità di acqua.

Anche la carta viene riutilizzata finché è possibile prima di andare a concludere il proprio ciclo di vita nel differenziato e i nostri bambini hanno preso l’abitudine di disegnare sul retro dei fogli già utilizzati da una parte. Inoltre la carta igienica e carta-mani sono Lucart.

Utilizzare il più possibile i prodotti a km. Zero che provengono dal territorio.